ArtEducazione

Qual è questa
“cosa educante”
che rende l’arte
educazione?

Per info su costi e iscrizioni: formazione@maestridistrada.it

Maestri di Strada è un ente di formazione accreditato presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito.
Le formazioni sono rivolte a scuole, organizzazioni, singoli docenti, educatori, psicologi e tutte le categorie di professionisti che lavorano nel terzo settore e desiderano approfondire le nostre metodologie.

L’arteducazione è un dispositivo che è parte di una metodologia educativa più complessa chiamata “pedagogia del desiderio”. In questo contesto il termine desiderio viene usato per indicare una vocazione, un sogno riguardante la propria vita. La pedagogia del desiderio aiuta ciascuno a scoprire la propria strada e lo fa affiancando le giovani persone con educatori che si lasciano interrogare e sanno interrogare le giovani persone sui problemi di vita. L’arte nelle sue diverse forme consente il venir fuori del desiderio e per questo è in sé educativa: educare ed esprimersi con l’arte sono due nomi per la stessa ricerca di sé e della propria vocazione.  L’arte in questa metodologia non è passatempo, non è “linguaggio alternativo” ma è il linguaggio primigenio del desiderio, a monte delle parole ma dentro una relazione educativa destinata a dare la parola, a decifrare il linguaggio in cui tutti siamo immersi.

In questo l’arte-educazione si serve del linguaggio primario dell’arte per sostenere il processo creativo, che non si esaurisce nella produzione della creazione, ma stimola una sorta di colorazione dell’intero atteggiamento verso la realtà esterna. L’arte-educazione, dunque tenta di scotomizzare un tipo di rapporto con la realtà esterna che può essere definito di compiacenza, per cui il mondo ed i suoi dettagli vengono riconosciuti solamente come qualcosa in cui ci si deve inserire o che richiede adattamento. In questa direzione, prerogativa dell’ArtEducazione è rendere la bellezza accessibile a tutti: tutti possono accedere alla bellezza e al contempo l’ArtEducazione rende accessibile la bellezza a chi non è capace di riconoscerla dentro e fuori di sé. Questa accessibilità è favorita non solo dal ruolo facilitatore dell’educatore, ma dal gruppo stesso e dalla comunità.

Maestri di Strada propone percorsi di formazione in fad e in presenza con l’idea di sostenere lo sviluppo e la diffusione delle metodologie arteducative utilizzate nei propri laboratori e nei progetti attivati nelle scuole.