Laboratorio di Arte

Il modulo di arte accoglie un piccolo gruppo di ragazzi, già molto portati per il disegno e per le attività creative. Si è partito dalla produzione delle maschere di cartapesta finalizzate alla sfilata di carnevale, per poi passare alla costruzione dei mobili di cartone (prima in modellini, e poi a grandezza naturale). Un’altra fase è stata poi quella della decorazione attraverso gli stencil.
Sono state pensate anche delle attività che permettessero un confronto tra i partecipanti ai gruppi di Arte e Trucco: 1. Disegno anatomico + Attività extra (gruppo trucco + gruppo teatro): “Racconta una storia a partire da uno scarabocchio”. 2. Attività extra (gruppo trucco + gruppo teatro): “Parlo di me attraverso il collage”.

il gruppo di arti visive si occupa anche di realizzare le scenografie dello spettacolo di fine corso del laboratorio di teatro. L’occasione ha permesso di fare sperimentare ai ragazzi un intero e completo processo progettuale: lettura e spoglio del testo, ideazione del progetto, disegno dello stesso, realizzazione del modello in scala, costruzione, messa in scena. La risposta dei ragazzi è stata eccellente, sia perché la qualità del prodotto finito è stata ottima, sia perché hanno in questo modo potuto sperimentare la complementarità di ciascun singolo membro di un gruppo di lavoro, che ha gradualmente sostituito l’approccio competitivo ed individualista cui erano chiaramente stati abituati.
Inoltre, la soddisfazione di vedere quanto i loro istintivi disegni, ingigantiti e messi in scena, fossero molto più belli ed espressivi di una banale riproduzione imitativa degli oggetti da rappresentare, ha contribuito a riformare il loro gusto per le immagini, terribilmente inquinato dai banali preconcetti estetici di stampo nazional-popolare che gli vengono trasmessi da una scuola che, salvo rari casi, in fatto di cultura artistica sembra essersi fermata al 1815. Le avanguardie storiche, pur avendo più di un secolo, sono un argomento che non viene neppure sfiorato nelle aule delle scuole: secondo i nostri ragazzi la pittura è quella di Leonardo e Michelangelo, e Picasso era solo uno strambo signore che si divertiva a mischiare occhi e bocche. Tutta l’arte contemporanea per loro semplicemente non esiste.

 

Giuseppe Cerillo

Timeline

Osservazione Laboratorio di Arte

Osservazione 2015-05-25 – laboratorio territoriale di Arte – Centro Asterix di Francesco MARINO

Territorio: San Giovanni.
Data e ora: 2015-05-25, dalle ore 14.30 alle 17.00.
Educatore: Francesca Conti.
Esperto: Giuseppe Cerillo.
Docente presente: No.
Evento educativo: Arte.
Osservatore: Francesco Marino.

Quella del 25 è stata la mia ultima osservazione nei laboratori territoriali, l’ultima osservazione in generale per il tirocinio.

La Ludoteca si è riempita di ragazze e ragazzi, alcuni diretti al laboratorio di Trucco, altri ( molti più del solito) diretti da noi di Arte. C’erano presenze familiari e c’erano altri personaggi mai visti prima. In tutto, ci sono dieci studenti a svolgere il laboratorio di Arte, quel giorno. Come ha notato Francesca, è una cosa bella che ci siano tanti studenti volenterosi di fare Arte quel giorno, contrariamente a quello che può aver pensato qualcun altro dello staff; personalmente ho pensato che la presenza di più ragazzi, oltre che lieta, sia anche utile dato il quantitativo di cose da fare per completare la scenografia prima dello spettacolo; tuttavia, forse, la presenza di più ragazzi andava gestita meglio.
Ci sono stati ragazzi come Filippo che si sono messi subito a lavorare e dipingere su un aggeggio per scaldare le castagne, naturalmente in cartone. Rosa e Mara hanno lavorato per una buona oretta su dei fiori finti da porre dentro a una cesta. Ciro intanto, dopo due tentativi, è riuscito a riprodurre un disegno alquanto fedele di Edoardo de Filippo. Successivamente ci prova anche Gino, sotto invito di Giuseppe di fare qualcosa, e al ragazzo non gli va giù e dopo un po’ mette l’altro ragazzo a lavorare con Francesca e Marica, e difatti lavorano assieme per tutto il resto dell’ora. Nella prima oretta, Ennio ha lavorato a un’immagine dipinta che riportava la scritta ‘Sigarette’ e qualche volta ha minacciato Ciro di sporcarlo con l’acqua sporca di tempera per gli sfottò di quest’ultimo mentre lavorava.
Alcuni soggetti hanno cominciato a ‘sfasteriarsi’ abbastanza presto, soprattutto perché, alla fine di un lavoro, molto spesso Giuseppe era occupato a insegnare qualcos’altro ad altri ragazzi all’opera, i rimanenti perciò ne approfittavano per distrarsi, ma non hanno dato fastidio agli altri all’opera.
Si è aggiunto al laboratorio di Arte un ragazzo che, da quanto ho capito, viene da Teatro, Giulio. E’ entrato una volta e Francesca si è subito alzata guardinga per capire che intenzioni abbia, forse perché conosce il soggetto e tiene a preservare gli equilibri. All’inizio, Giulio viene preso da una ragazza e condotto di nuovo a Teatro, torna poi una mezz’oretta dopo e stavolta per restare, dicendo che vuole dipingere. Tonia è con lui e gli cercano qualcosa da fare che non distragga gli altri ragazzi. Qualcuno come Ciro o Raffele lo cacciano via a parole dai loro lavori, sintomo che come ragazzo venga molto stigmatizzato. Viene messo da Giuseppe e Tonia a lavorare un po’ in disparte e, anche se l’esperto gli propone di fare qualche lavoretto per la scenografia, Giulio ha voglia di dipingere solo quello che desidera. Ci espone, a un certo punto, un dipinto a scarabocchio e lo fa colare, ancor bagnato, sul volantino dello spettacolo, cosa che infastidisce alcuni ragazzi come Ciro, tutto fiero di aver visto il proprio nome scritto tra i primi nomi degli sceneggiatori.
Gennaro viene rispedito nuovamente dove si è seduto e le ragazze di Arte, gli stanno attorno per un po’. Sto per la maggior parte del tempo dell’ultima mezz’ora di laboratorio vicino al tavolo, dove i ragazzi lavorano sui disegni delle cartoline; vedo Ciro provare a disegnarne altre, ma le appallottola, insoddisfatto dai risultati. Giuseppe gli chiede perché non gli piacciano: controllandoli, sono veramente belli, così gli chiede in cosa lo insoddisfano. Ciro risponde che si scoccia, in risposta, poi mi guarda e mi chiede di farne uno io. Dico che non posso farlo e che non ne sono nemmeno tanto capace. Ciro scherza dicendo che non sto facendo niente e io replico sorridendo che in quel momento pare che non sto facendo niente, ma in realtà sto osservando, disegnare mi distrarrebbe. Intanto, Marco torna dal bagno e parla con Ennio. Mi pare gli abbia domandato qualcosa riguardo il fatto che era rimasto chiuso dentro al bagno. Ennio risponde ‘accir’t’, espressione che usa molto spesso. Marco gli risponde a tono, minacciandolo di picchiarlo ed Ennio sembra indeciso su cosa dire. Francesca interviene e il battibecco finisce lì.
Dopo una decina di minuti, arriva la pausa per tutti quanti.  

01 luglio 2015

Sostieni il progetto

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Sella - Filiale Napoli IBAN: IT41Z0306916520615243429554

Il tuo messaggio

Anteprima

Anonimo ha donato ...

Scrivi un messaggio nella casella a lato.

17 ottobre 2017

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio