SCONFINAMENTI - Laboratorio di riflessione e proposta sui diritti e il benessere dell’infanzia e dell’adolescenza

13 novembre - Teatro “ J –Krè" - Chiaiano

Il 13 novembre a Napoli si è tenuto un convegno organizzato dalla rete Crescere al Sud, a cui abbiamo aderito anche noi Maestri di Strada, con il tavolo tematico: Senza Frontiere – la cura delle comunità educanti.


La rete Crescere al Sud, formata da circa 100 associazioni, nasce per denunciare la condizione di disagio dei minori nel Mezzogiorno e lavora per costruire un piano d’azione per migliorare la vita dei bambini e degli adolescenti delle Regioni del Sud.
L’investimento nel capitale umano è l’investimento più produttivo anche da un punto di vista economico: lasciare al loro destino i bambini che nascono da famiglie in difficoltà socioeconomica, significa di fatto, al di là dei diritti, condannare una parte consistente della popolazione ad un destino di marginalità e determinare per la società un carico di povertà e devianza che a livello territoriale può minare alla base qualsiasi possibilità di sviluppo.
Ridurre la povertà e migliorare la genitorialità può contribuire a realizzare una società migliore; sostenendo la relazione madre-bambino si può promuovere il ben-essere delle nuove generazioni.
Per approfondire queste tematiche abbiamo deciso di organizzare a Napoli SCONFINAMENTI, un’iniziativa di approfondimento e confronto con quanti sono impegnati nei servizi pubblici e del terzo settore su questi temi sia per sviluppare nuove prospettive sia per allargare la Alleanza sia per costruire delle proposte da presentare alle istituzioni nello svolgimento della funzione di advocacy propria di CAS.
L’iniziativa è articolata su 3 focus che sono introdotti nell’incontro plenario e poi sviluppati ciascuno in
workshop a carattere laboratoriale. Pur essendo le tematiche intrecciate tra loro, ciascun laboratorio approfondisce un aspetto – come emerge dai 3 documenti allegati - nell’idea di far emergere buone pratiche e dispositivi da proporre per implementare un sistema di interventi centrati sulla crescita dei bambini e delle bambine

1. Piccole Persone, Grandi Sogni
I temi sono le politiche 0-6, essere genitori efficaci nella complessità della città e dei suoi tempi, per garantire i diritti di bambini e bambine. Servizi e comunità a sostegno delle competenze genitoriali, adozione sociale ma anche un idea longitudinale della presa in carico de i bambini e delle bambine.
Con chi: Immaginiamo questo laboratorio aperto a educatori e insegnanti della prima infanzia, pediatri, assistenti sociali, mediatori che possano portare esperienze e proposte sui temi della comunità educante, centrata sulla precocità degli interventi, sulle innovazioni pedagogiche nel lavoro con i piccolissimi, sul sostegno alla genitorialità.

2. Senza Frontiere – la cura delle comunità educanti
I temi sono i costrutti della comunità, nella sua molteplicità di attori e soggetti .La comunità educante, intesa come modalità di integrazione di diverse dimensioni dell’educare, sviluppo locale e sviluppo umano. La funzione educativa, tra scuola e altrove e altrove e scuola, la partecipazione e l’auto-organizzazione, la coprogettazione oltre la consultazione.
Con chi: Immaginiamo questo laboratorio aperto a educatori, insegnanti, assistenti sociali, mediatori che possano portare esperienze e proposte sui temi della comunità educante, centrata sulla integrazione degli interventi, sulle metodologie di protagonismo, sullo sviluppo del capitale umano

3. Nuovi italiani
I temi sono: Scuola, servizi, comunità per assicurare la piena cittadinanza ai giovani con background migratorio (seconde generazioni, Nati in Italia, Minori non accompagnati) ma anche ai tanti che le cui condizioni di marginalità e povertà mettono a rischio di rimanere esclusi da tale condizione.
Con chi: Immaginiamo questo laboratorio aperto a educatori, insegnanti, assistenti sociali, mediatori che possano portare esperienze e proposte sui temi della cittadinanza e dell’inclusione sociale A ciascun partecipante chiediamo di intervenire con un contributo che metta in evidenza una buona pratica sperimentata e replicabile per contrastare la deriva distruttiva che segna spesso oggi la comunità adulta (professionale e non) e essere invece produttivi di conoscenza e progettualità.

 

I gruppi di lavoro hanno individuato alcuni punti fondamentali per le azioni future della rete: è necessario valorizzare le risorse del territorio e non solo le criticità, costruire processi educativi innovativi e fare proposte politiche, intervenire sulla prevenzione e puntare a creare alleanze con prospettive comuni per la valorizzazione e la difesa dei diritti dei minori in Campania e nel sud Italia.

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio