XIX congresso FIM

Add Your Voice

Il 7-8-9 giugno 2017 si è tenuto a Roma il 19° Congresso nazionale della Fim Cisl.

E' stata un'occasione importante per poter discutere insieme: “ADD YOUR VOICE” , non un semplice slogan ma l’idea che insieme ognuno può, con la propria “voce”, dare un contributo all’idea di giustizia sociale di cui la Fim si fa portavoce.

Proprio a proposito di voce e di Musica, si è esibita l'orchestra giovanile del Rione Sanità e dopo di loro sono intervenute diverse persone con cui la FIM ha collaborato, tra cui anche il nostro Presidente.

Questo il suo intervento:


Sono un maestro di strada. Rappresento un nuovo mestiere da me stesso inventato e praticato insieme a molte decine di altri.
Siamo ‘cittadini attivi’: persone dedite a tessere tra i giovani relazioni che sono alla base della convivenza civile. Lo facciamo usando gli strumenti dell’istruzione: costruendo insieme alle giovani persone la conoscenza degli ‘alfabeti’ fondamentali necessari al vivere civile. La lingua per ad una comunicazione efficace, il linguaggio della scienza, il linguaggio della partecipazione e della democrazia. Lo facciamo con l’educazione, aiutando i giovani a consocere se stessi a elaborare sentimenti ed emozioni connessi al crescere e alla vita in una società ipercomplessa e contemporaneamente sempre più incerta circa il proprio futuro.
Il nostro principale attrezzo professionale siamo noi stessi. Persone che riescono a stare in piedi e a vivere con dignità e rispetto di sé in un mondo difficile. Il nostro principale dovere professionale è curare noi stessi per poter essere presenti e riuscire ad accogliere ed elaborare il dolore che a fiumi scorre nelle periferie degradate. Dobbiamo curare noi stessi perché siamo quotidianamente testimoni di ingiustizie e ‘crimini pedagogici’ nei confronti dei giovani e non vogliano trasformarci in una gruppuscolo di denuncia sociale, ma vogliamo sostenere le aspirazioni e la lotta dei giovani per combattere quelle ingiustizie.
Dobbiamo curare una organizzazione del lavoro che si configura come un calco in negativo di quella di decine di luoghi diversi ciascuno con regole ed orari diversi.
Dobbiamo contemporaneamente rispondere ai nostri giovani interlocutori, alle istituzioni e ai docenti con cui interagiamo, ai genitori dei nostri allievi, alle aspettative di un ambiente sociale difficile-
Vi ho fatto in breve il profilo di un ‘lavoratore atipico’ che ha insieme le caratteristiche più sfavorevoli del libero professionista e le caratteristiche più sfavorevoli di un lavoratore salariato.
Perché sono qui?
Cento anni fa il dr Freud aveva definito il suo mestiere, quello dei docenti e quello dei politici come mestieri ‘impossibili’. Tutti e tre si occupano contemporaneamente di altre persone e di se stessi. Oggi noi sappiamo molte più cose su come funziona l’animo umano e soprattutto su come funzionano le interazioni tra chi è “destinatario” - oggetto - di una lavoro e chi pretende di essere ‘soggetto’ agente. Si tratta di un gioco complicato di reciprocità in cui come acrobati si salta continuamente dalla posizione di agente a quella di destinatario e viceversa. Il mestiere del sindacalista appartiene a questa stessa specie impossibile e per questo può essere possibile una nostra collaborazione. Lo ha capito il responsabile della vostra formazione, che più volte mi ha coinvolto nelle vostre attività formative, e credo sia il momento che lo capiscano molti altri, che si capisca che in questi mestieri non si va avanti perché si rappresenta una dottrina o un sistema di valori statici, ma solo se dinamicamente si cambia cambiando quello che c’è intorno.
La mia speranza è che crescendo il numero delle persone consapevoli di questa metodologia, noi potremo essere meno isolati e trovare insieme anche forme di impegno che possano migliorare le difficili condizioni di questi lavoratori impossibili.

 

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio