“Stati Generali della lotta alla criminalità organizzata”

Collaboriamo!

"Non ci rassegniamo a una cultura omertosa ancora presente". "Abbiamo deciso di convocare un percorso di discussione e riflessione nel quale chiameremo persone di mondi diversi a confrontarsi sul tema di cosa è oggi la mafia e come la si può contrastare: abbiamo definito questo percorso gli "Stati generali della lotta alla criminalità organizzata".

Queste le parole del ministro della Giustizia Andrea Orlando, quando nel 2016 decise di fare un inventario su ciò che funziona e ciò che non funziona dei nostri strumenti, ma anche per riflettere sulle cause profonde di questo fenomeno che purtroppo accompagna il nostro Paese da troppo tempo. La lotta alla mafia e alla criminalità organizzata non è più localizzabile in alcune regioni perché ha ormai un carattere nazionale. Il problema deve essere affrontato con l’orgoglio di avere inferto colpi importanti alla criminalità organizzata, ma questo fenomeno sta cambiando molto e gli strumenti per combatterlo devono essere sottoposti ad una verifica. Una idea diversa della lotta che taglia fuori, in prospettiva, i professionisti dell’antimafia ma che guarda ad una battaglia che non può essere condotta solo dalla magistratura e che vada anche oltre l'aspetto meramente repressivo e lo coniughino con iniziativa di carattere culturale, educativa, quella in generale dell'iniziativa sociale e economico.

Il mandato degli Stati generali della lotta alla Criminalità organizzata è quello di “fotografare” ad oggi le esperienze e le modalità con cui in Italia il fenomeno viene affrontato nei diversi ambiti: sociale, economico, culturale, etc., e di conseguenza di evidenziare in tali ambiti eventuali proposte di nuove prassi organizzative o misure legislative per meglio perseguire il contrasto a tutte le mafie. Ed allora ecco un interessante invito per la nostra associazione ad entrare a far parte di questa Tavola rotonda ed affrontare il tema della mafia abbinato alla formazione ed alla scuola, guidati da Maria Falcone, sorella del magistrato Giovanni Falcone e presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, le cui finalità sono in sintesi di promuovere la cultura antimafia, promuovendo lo scambio di buone prassi in ambiti professionali nazionali che internazionali e realizzando percorsi di legalità e cittadinanza attiva sia in Italia che in Europa.

Siamo onorati di partecipare per verificare le realtà formative in ambito universitario e scolastico e svolgere attività di sensibilizzazione sul tema tra i nostri giovani.

 

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio