Maestri di Strada riceve il PREMIO NESI 2015

Un riconoscimento al nostro lavoro

Mercoledì 21 ottobre nella Sala del Capitolo, sita nel Complesso di San Domenico Maggior, la Fondazione Nesi di Livorno, su conforme unanime segnalazione del comitato di esperti, ha deciso di assegnare il riconoscimento all’Associazione Onlus Maestri di Strada.

Alla manifestazione sono intervenuti:

Luigi De Magistris, Sindaco del Comune di Napoli;
Emilio Di Marzio, Portavoce del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca;
Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli;
Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani e Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli;
Paolo Siani, Presidente della Fondazione Pol.i.s.;
Rocco Pompeo, Presidente della Fondazione Nesi di Livorno;
Cesare Moreno, Presidente dell’Associazione Maestri di Strada;
Santa Parrello, docente di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”;
Nicola Laieta, regista;
Claudia Riccardo, coordinatrice del progetto Giovani per i Giovani

Maestri di Strada nasce formalmente nel 2003 per impulso di partecipazione generosa del “livornese” Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.


«L'Associazione Maestri di Strada lavora ad accogliere nuovamente nei processi sociali e di cittadinanza tutti quelli che per vari motivi non hanno potuto partecipare alle occasioni già offerte dalle istituzioni scolastiche e sociali. Maestri di Strada si giova dell’apporto gratuito di cittadini come responsabili dell’educazione di giovani a rischio dispersione e interviene rispetto ai sogni, alle aspettative e alle insicurezze connesse all’essere giovani e alle fasi di transizione, con figure di riferimento accoglienti e rassicuranti, creando relazioni forti e protettive rispetto ai rischi e alle difficoltà che occorre affrontare per diventare adulti».

Già in questi elementi si possono ritrovare i valori che Don Alfredo Nesi ha sempre portato avanti nella sua vita (soprattutto nel quartiere popolare Corea di Livorno e poi a Fortaleza in Brasile), e che la Fondazione con il premio alla sua memoria - giunto alla quinta edizione - cerca di mettere in evidenza nella società di oggi.
Come dichiara Cesare Moreno, Presidente di Maestri di Strada: «Ciò che più mi colpisce del discorso di Don Nesi sono le sue idee di esperienza dell’educazione aperta e di dimensione territoriale, concretizzatesi con la creazione del Villaggio Scolastico di Corea a Livorno. In questo quartiere già negli anni ’60 Don Nesi realizzava il proverbio africano Per crescere un bambino ci vuole un villaggio intero: anche secondo Maestri di Strada tutto il territorio e principalmente i giovani stessi devono essere protagonisti del lavoro educativo. L’educazione aperta – principio fondamentale dell’opera di Don Nesi - non è una semplice trasmissione di saperi e di ciò che già c’è ma è un apprendimento che espande il sé e le relazioni. Questi principi fanno parte di una concezione del sociale che ha al centro la creazione di una comunità partecipe, come ad esempio i giovani del progetto “Educazione alla pari” e le giovani donne che sono in attesa o che sono diventate madri prima dei 18 anni destinatarie dell’iniziativa “Giovani per i Giovani” sempre realizzato da Maestri di Strada. Infine un altro punto di contatto importante tra queste due realtà è la cura per la riflessività e per la divulgazione di nuove idee per l’educazione sviluppate nei Quaderni e Libri di Corea e nelle edizioni a cura della nostra associazione».La Fondazione Nesi è lieta di comunicare l'esito finale dell'assegnazione del Premio Nesi 2015.
Dopo una lunga e complessa riflessione sulle varie candidature (tutte davvero interessanti e meritevoli di attenzione), il comitato di esperti ha deciso di riconoscere nell'associazione “MAESTRI DI STRADA” il vincitore del premio di quest'anno.
Il Premio Nesi viene conferito a chi si sia distinto nel campo del sostegno alle persone e alle comunità, attraverso attività culturali e socio educative.

Guarda il video


NAPOLI – «Per la sua storia, per i progetti realizzati in oltre un decennio di attività, per i progetti attualmente in corso»: sono queste le parole con le quali la Fondazione Nesi assegna il suo Premio annuale all’Associazione Maestri di Strada, consegnato formalmente mercoledì 21 ottobre presso il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, alla presenza delle autorità e degli attori principali dell’associazione. In tanti sono intervenuti durante la manifestazione che ha reso omaggio ai “Maestri di Strada”, la cui missione è quella della lotta alla dispersione dei giovani, attraverso il progetto Educazione, Volontà, Accoglienza, Integrazione. Un riconoscimento importante, che ha previsto anche l’interesse del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, come ha affermato Cesare Moreno, presidente dell’associazione “Maestri di Strada”: «La possibilità di scegliere il proprio destino dipende da molte cose: una è quella di conoscere le opportunità: la scuola e la cultura devono contribuire a questo scopo. Altra cosa principale, però è la volontà di fare queste scelte diverse e la volontà dipende moltissimo dalle condizioni psichiche della persona – continua Moreno – laddove manchino fiducia in se stessi, fiducia nello Stato, fiducia nel futuro è molto difficile che un giovane prenda una strada diversa che non ha scelto, ma che si trova davanti per inerzia».

IL RICONOSCIMENTO – Come si continua a leggere dalla motivazione del Premio Nesi «sono sembrati significativi, nel corso dei vari anni di attività, i numeri dei giovani coinvolti e sostenuti nei loro impegnativi percorsi di emancipazione, così come i numeri degli operatori (docenti ed educatori), che si sono dedicati a loro in un lavoro in cui il carattere volontario è andato crescendo, così come la positività dei risultati ottenuti». Sono circa 500 i ragazzi con cui l’Associazione entra in contatto, oltre 150 attualmente sono coinvolti anche nelle attività pomeridiane: «Il lavoro che noi facciamo non corrisponde a mostrare la luna nel pozzo, ma convinciamo i ragazzi del fatto che il proprio destino possono sceglierlo. Il nostro progetto non a caso si chiama Educazione Volontà Accoglienza e Integrazione. – continua Moreno – Noi siamo l’avamposto di un esercito che non c’è, il mondo degli adulti che dovrebbe accogliere i ragazzi nella società che appare latitante». Un premio che va a restituire nuova linfa vitale per gli operatori dell’Associazione, forti del consenso e del riconoscimento delle proprie competenze, da non confondersi con il prestigio: «Non cambierà molto con questo premio – conclude Moreno – c’è solo una grande soddisfazione morale perché qualcuno si è accorto di quello che facciamo e che potrà segnalare il nostro lavoro riconosciuto dalla Fondazione Nesi, una Fondazione gloriosa, che collabora assiduamente con le più alte istituzioni statali».

 

                                                                                                                                    Claudia Di Perna - Comunicare il sociale
 

 

Torna al diario

Sostieni Maestri di Strada

Compila i campi richiesti e fai la tua donazione. Poco o tanto non importa, il tuo supporto renderà possibile il sereno svolgimento delle nostre attività formative per ragazzi a rischio dispersione.

Riservato alle donazioni aziendali

Modalità di pagamento

Dona tramite PayPal senza commissioni. Al termine della procedura sarai indirizzato alla pagina di pagamento PayPal.

Puoi effettuare il bonifico entro 3 giorni dall’intenzione di donazione espressa in questa pagina.
I dati per effettuare il bonifico sono: Intestatario: Ass. Maestri di Strada Banca: Banca Prossima
IBAN: IT64 V033 5901 6001 0000 0075 313
BIC: BCITITMX (Donazioni dall'Estero)

Il tuo messaggio